venerdì 21 dicembre 2012

L'Italia si desta?

D'accordo il simbolo lascia molto a desiderare ma alla fin fine chissene importa. In questa società conta sempre l'immagine più che il contenuto, il simbolo più che la faccia... per noi sarà diverso: brutto simbolo, ma facce pulite. Sto parlando della grande novità della vera grande politica: la nascita di Fratelli d'Italia. Se riuscirà a non essere una riedizione tardiva di Alleanza Nazionale (Dio ce ne scampi e liberi!), Fratelli d'Italia si accredita a diventare davvero il futuro di quel centrodestra che in Italia è sempre stato costretto a ingoiare rospi che sembravano cinghiali, ad accettare un liderismo fondato sulla "simpatia" e sulla ricchezza, una selezione della classe dirigente a volte oltre i limiti del vergognoso. Stavolta basta: Fratelli d'Italia dovrà essere un partito vero, con organi interni che ne garantiscano un funzionamento meritocratico, una selezione della classe dirigente per preparazione e non solo per consenso, con un radicamento territoriale per le strade, nelle università, nel mondo del lavoro, nei sindacati, nella società che intendiamo trasformare in comunità. Il tutto grazie alla bella alleanza fra Giorgia Meloni e Guido Crosetto: due rappresentanti di culture politiche differenti in grado di portare la propria esperienza e il proprio entusiasmo al servizio del popolo italiano, e di quanti - esausti del commissariamento tecnocratico - non vedono l'ora che la Politica torni a svolgere il suo splendido e nobilissimo compito. Perché la Politica è un'arte nobile, con buona pace della Minetti e di chi l'ha candidata.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Proprietà intellettuale

Licenza Creative Commons
I contenuti di questo blog sono di Michele Pigliucci e sono liberamente utilizzabili alle condizioni previste dalla licenza Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 3.0 Unported License.