mercoledì 19 settembre 2012

Montino e i doni natalizi ai bimbi alcolizzati

immagini_articoli/1348044364_montino.jpg

Del vergognoso malaffare che ha investito le Regioni del nord, del centro e del sud, da destra a sinistra, una frase passerà alla storia, anzi alla mitologia. E’ la fantastica giustificazione del capogruppo del Partito Democratico alla Regione lazio, Esterino Montino, a una spesa con soldi pubblici di 4.500 euro in un’enoteca. Testuale: “A Natale abbiamo fatto regali ai bambini senza reddito, un atto di solidarietà”.
A leggerla così c’è da restare attoniti e commossi perché sintetizza in modo mirabile l’abisso che c’è tra la realtà e la rappresentazione, tra la politica e la verità. Gustatela nel dettaglio: pensate, in enoteca i politic comprano – con i soldi nostri – regali di Natale per i bambini. Sarebbe bello e raccapricciante conoscere questi bambini alcolisti, queste creature mostruose e avvinazzate che al posto dei giocattoli a Natale ricevono vini di marca.
Si tratta, ci viene precisato, di “bambini senza reddito”: ci sono forse bambini con reddito, affermati professionisti a sette anni o bambini commercianti con partita Iva a otto anni? Il dono è incartato ideologicamente nella solidarietà… Ahò, semo de sinistra, mica famo come a quell’artri che rubbeno pe’ fasse er viaggio colla pischella bbona… Prendete quella frase puerile a sé stante, a prescindere da quel che poi riuscirà a dimostrare l’interessato: è l’epitaffio di questi anni e il necrologio di un ceto politico che ha perso il senso della realtà e dell’umano. Sembra il ritratto di una Madonna del Trecento: l’Esterino Montino con Bambino, per amor di vino.

Marcello Veneziani
(Il Giornale)
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Proprietà intellettuale

Licenza Creative Commons
I contenuti di questo blog sono di Michele Pigliucci e sono liberamente utilizzabili alle condizioni previste dalla licenza Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 3.0 Unported License.