giovedì 10 novembre 2011

Quale alternativa a Monti?

Ho una seria difficoltà a capire chi chiede le elezioni immediate contro il "ribaltone" che sta cercando di abbattere Berlusconi per sostituirlo a Monti, uomo più vicino ai "poteri" che contano. D'accordo, è un ribaltone vergognoso ad opera della speculazione finanziaria globale che fa gli interessi del grande capitale contro i popoli. Questo è indubbio. Ma c'è modo di evitarlo?
Mi spiego meglio: l'Italia è a tutti gli effetti un'economia europea, anzi la terza economia europea e il quinto paese più industrializzato del mondo. La scelta di stare nel libero mercato è stata fatta oramai sessant'anni fa da chi preferì la "libertà" americana alla "bestia rossa". E' stato allora che - giusto o sbagliato - abbiamo accettato delle regole che ora non possiamo ignorare!
I titoli di stato, i buoni del Tesoro, gli indici di Milano... noi siamo in pieno soggetti alle influenze del mercato, e non possiamo smarcarcene a piacimento! Il famoso tristemente noto "spread" è qualcosa che non possiamo controllare per decreto, e che invece dobbiamo inseguire col fiato corto accettando il ricatto europeo e le misure per la crescita forzosa, che permetta ai nostri creditori di dormire sonni tranquilli alle spalle del nostro stato sociale! Ignorarlo significherebbe essere ignoranti.
Se decidiamo di infischiarcene di questo spread e di pensare a conservare così come è il nostro stato fatto di privilegi di origine borbonica, facciamo una scelta lecita ma ci condanniamo al fallimento. Se pensiamo di restituire subito la parola al popolo andando al voto facciamo un atto esteticamente splendido ma assolutamente irrazionale: i maledetti mercati da cui dipendiamo non sono democratici e non aspettano il nostro bizantinismo, e le conseguenze di questa situazione le pagheranno sulla loro pelle proprio quelle fasce sociali che oggi vogliamo tutelare. Quindi bisogna intervenire e subito, accettando pedissequamente il ricatto del capitale internazionale, fingendo che sia una nostra libera scelta.
Obbediamo agli ordini d'Europa e appena l'attenzione del dio denaro sarà lontana da noi andiamo immediatamente al voto. Allora potremo ricominciare con il teatrino democratico.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Proprietà intellettuale

Licenza Creative Commons
I contenuti di questo blog sono di Michele Pigliucci e sono liberamente utilizzabili alle condizioni previste dalla licenza Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 3.0 Unported License.